Il Costume nel Cinema


Nel corso del tempo, sono stati molti i film premiati dal prestigioso riconoscimento americano, ma tanti non hanno ricevuto il premio che meritavano.

Ciò nonostante i costumisti continuano nel loro lavoro senza risparmiare energie. Sandy Powell , il costumista di Shakespare in love del 1988, lavorò per i costumi del film di Martin Scorsese , Gangs of New York. Insieme al suo team si impegnò in un lavoro di ottima sartoria, ma non venne premiato, quella sera il premio del miglior costume andò al film Chicago di Rob Marshall interpretato da Richard Gere.
Nel caso del film Chicago del 2003 , la squadra impiegata nella cucitura degli abiti, ha seguito con grande attenzione, il modello degli abiti indossati dai gangster americani degli anni trenta e quaranta. Il lavoro viene premiato , ma la regia di Rob Marshall per quanto equilibrata e di grande intelligenza, non riesce a trasformare Chicago in un prodotto ad alto contenuto , infatti rimane un musical , isolato, in un mare di commedie e thriller.

Freddy  Krueger - Nightmare Wes Craven, genio del genere horror, per i costumi della trilogia Scream e dei primi due Nightmare, lavorò con i costumisti in modo quasi ossessivo. L’ abbigliamento del famoso Freddy Krueger fu studiato dal team di lavoro nei minimi particolari, realizzarono per “Freddy” una maglia a righe grandi, un paio di pantaloni e un cappello, tutto questo trattato in modo tale da sembrare sporco e vecchio, il risultato fu decisamente buono Freddy Krueger risultava molto inquietante, il resto lo fecero i truccatori.

 

Blade RunnerGli abiti del famoso Blade Runner di Ridley Scott, sono stati realizzati da Michael Kaplan e Charles Knode con grande cura per i particolari, il team studiò una serie di costumi adatti per un’ ambiente post-atomico. Per la cucitura degli abiti vennero usati tessuti tecnici molto robusti , tinti di colori scuri, adatti al clima piovoso e notturno di una Los Angeles del 2019. Il capolavoro di Ridley Scott ebbe tre nomination all ‘Oscar e vinse il prestigioso Premio della British Academy per i costumi, la fotografia e la scenografia.

Una sera del 1950 a Los Angeles fu consegnato l’ Oscar del miglior costume e migliore scenografia al grande film , Sansone e Dalilah , kolossal cinematografico che fece epoca per scenografia e costumi, nella stessa sera il film Eva contro Eva fece un bottino altrettanto abbondante, si aggiudicò il premio per miglior film, costume e sceneggiatura.

Nel 1959 il memorabile Ben-Hur, film costosissimo, vinse l’ Oscar come miglior costume, fu immane il lavoro dei sarti dell ‘epoca, su Ben-Hur furono impiegate moltissime comparse ed ognuna di loro indossava il suo abito studiato e lavorato, sarti e disegnatori lavorarono giorno e notte per preparare gli abiti nei tempi prestabiliti, ma il loro sforzo venne premiato con il massimo premio dell’ Academy .

Audrey Hepburn - Vacanze RomaneEra il 1953 quando il famoso Vacanze Romane interpretato da Gregory Peck e Audrey Hepburn, vinse il premio come miglior costume. Il film fu un grande successo, la splendida Piazza di Spagna fu una delle scenografie naturali più famose del film. Roma , lentamente, diveniva lo scenario di una delle più importanti rivoluzioni cinematografiche mondiali .In questo periodo, due giovani registi , Federico Fellini e Michelangelo Antonioni progettavano nei caffè del centro un nuovo stile registico, basato sulla comunicazione delle emozioni in relazione a schemi strutturali innovativi.

Parte II

Luchino Visconti - Il Gattopardo
Danilo Donati
Activitaly | InfoRoma | ArgiletumTour | Svbvra | Eventi | ActivCinema