activcinema Roma
 
     
     
 
 

Roma, Federico Fellini [ 1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ]           

 

Alla Roma cupa e restauratrice di Domitilla (che parla comunque in romanesco), si contrappone subito dopo la Roma dei vicoli di Trastevere, della “FESTA DE NOANTRI” , che campeggia nella scritta luminosa sul lungotevere, dove in lontananza si nota nella luce soffusa del tramonto da una parte la cupola di san Pietro e dall’altra quella della Sinagoga nuova. Il contesto della Roma attuale riprende quindi dai giovani hippy che si riuniscono la sera davanti alla chiesa di santa Maria in Trastevere e che vengono sgombrati dalle forze di polizia. Per le vie del quartiere, la gente si riunisce fuori dalle trattorie a mangiare, a cantare, ad assistere in Piazza de Renzi ad un incontro di box. Quando ormai è notte fonda, il regista insegue per un’ultima intervista davanti casa sua una donna, è Anna Magnani, simbolo secondo lui di “una Roma vista come Lupa e Vestale, aristocratica e stracciona, tetra e buffonesca”. Ma la Magnani non rilascia dichiarazioni!

A questo punto la troupe del regista improvvisa una scorribanda notturna in motocicletta per le strade deserte di Roma. Davanti ai nostri occhi vediamo così sfilare Castel sant’Angelo, la chiesa di sant’Andrea della Valle, sant’Agnese in Agone in Piazza Navona, un rapidissimo scorcio della Fontana dei Fiumi, la Fontana del Moro, e poi Piazza di Spagna la Barcaccia e Trinità dei Monti, quindi in Piazza del Popolo la Fontana dell’obelisco Flaminio, intorno alla quale i motociclisti girano vorticosamente, mostrandoci la soggettiva di santa Maria dei Miracoli e santa Maria in Montesanto, la Fontana del Valadier con lo sfondo del Pincio, santa Maria del Popolo ed infine Porta del Popolo, all’uscita della quale arriviamo su Piazza del Quirinale e poi in Campidoglio dove si vedono la Cordata, l’Ara Coeli, i Dioscuri, la statua di Marco Aurelio, e poi ancora verso via del Velabro, dove notiamo l’Arco di Giano, il tempio di Ercole Vincitore ed il Tempio della Fortuna Virile in Piazza della Bocca della Verità, ed infine il Colosseo.

E’ la rassegna di un contesto scenografico monumentale allestito per quello spettacolo tragicomico che è la vita e che è Roma; non a caso, la corsa delle motociclette culmina sul Colosseo che un tempo ha costituito un tragico luogo di spettacolo e che oggi rappresenta l’immagine stessa di Roma, il cui acronimo SPQR viene rovesciato almeno per una volta a vantaggio del Populus e non del Senatus, come ci dimostrano numerosi episodi del film ed i centauri in motocicletta del finale, che nella loro corsa indugiano maggiormente su Piazza del Popolo_ Roma home >

Gianfranco Massetti

federico fellini - roma

 

 
Roma, Federico Fellini [ 1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ]

Activitaly | InfoRoma | Servizi turistici | Eventi | ActivCinema | Chi siamo | Svbvra