ActivCinema Roma - David Wark Griffith, La nascita di una nazione - di Gianfranco Massetti

ActivCinema Roma, Rivista attiva di Archeologia Cinematografica
 ActivCinema Roma
 
 

David Wark Griffith, La nascita di una nazioneLa nascita di una nazione - Parte 4

E' difficile dire se Griffith fosse al corrente della vera origine del Ku Klux Klan. C'è però da osservare che la coreografia dei costumi allestita nel film per i seguaci del Kuklos li avvicina molto di più a dei cavalieri Templari che non a dei semplici fantasmi, come nella vulgata tradizionale. Al di là di questo, un fatto che invece può incuriosire coloro che amano le coincidenze è che lo stesso anno in cui usciva nelle sale cinematografiche il film di Griffith veniva ricostituita un'associazione segreta che portava il medesimo nome di Ku Klux Klan, il cui scopo e le cui origini non sono tuttavia da confondere con quelle del Klan della "ricostruzione".
A Piedmont, i membri del klan si mettono in azione per spaventare i negri, ma i seguaci di Lynch riescono ad uccidere alcuni di questi incappucciati. Elsie scopre che Ben Cameron fa parte del klan, ma gli promette che non lo tradirà.
Contro i consigli di suo fratello Ben, Flora Cameron, un giorno, s'inoltra nel bosco non distante da casa. Un negro che si è invaghito di lei la vede allontanarsi e la segue: è Gus, uno schiavo emancipato che ora fa parte dell'esercito degli Stati Uniti. Mentre la ragazza passeggia spensierata nel bosco, Gus le si avvicina e le fa una proposta di matrimonio. Terrorizzata, Flora si mette a correre per il bosco, mentre Gus la insegue cercando di rassicurarla sulle sue buone intenzioni. Intanto, Ben Cameron, avendo scoperto che la sorella si è imprudentemente allontanata da casa, si mette sulle sue tracce. Ma oramai è troppo tardi: Flora per fuggire a Gus si è gettata da un dirupo e Ben riuscirà soltanto a raccogliere il suo ultimo respiro. Dopo aver portato a casa il corpo della sorella, Ben medita propositi di vendetta nei confronti di Gus, che nel frattempo si nasconde in uno spaccio di liquori. Un amico di Ben che è riuscito a scovarlo ingaggia una lotta con un gruppo di negri che tentano di difendere Gus. Al termine del combattimento l'amico di Ben viene però freddato a colpi di pistola. Gus cerca allora di fuggire a cavallo, ma alcuni bianchi lo vedono e iniziano un inseguimento. Alla fine, il fuggiasco viene preso. Dopo un processo sommario davanti al ku klux klan è riconosciuto colpevole e giustiziato, mentre il suo corpo viene scaricato davanti alla casa di Silas Lynch, in segno di sfida nei suoi confronti.
Una volta scoperto il corpo di Gus, il governatore sguinzaglia la sua milizia nelle case dei bianchi: tutti coloro che saranno trovati in possesso della divisa del ku klux klan saranno arrestati e subiranno la condanna a morte. Intanto, il deputato Stoneman lascia la cittadina.
In casa dei Cameron, la polizia rinviene una divisa del klan ed arresta il vecchio dottor Cameron e Phil Stoneman, il quale ha sparato contro i gendarmi di Lynch. I due vengono tuttavia liberati da una coppia di fedeli coniugi negri che servivano in casa dei Cameron. Quindi, il gruppo dei fuggiaschi ed i loro liberatori si allontana dalla città in tutta fretta, trovando rifugio in una fatiscente capanna dove risiedono due veterani dell'esercito dell'Unione, che li accolgono amichevolmente.
Nel medesimo tempo, Elsie ha appreso che suo fratello Phil, durante la fuga, ha sparato su un militare negro uccidendolo. La ragazza si reca allora da Silas Lynch per chiedere il suo aiuto, ma questi comincia a farle una corte spietata e, chiedendola in matrimonio, le dice che ha intenzione di farne la Regina del suo Impero Negro.
Intanto che i membri del ku klux klan si riuniscono in forze, a Piedmont fa ritorno anche il vecchio Stoneman, che si reca da Silas Lynch. Questi lo mette allora al corrente dei suoi piani di matrimonio nei confronti di Elsie. A questa notizia, Stoneman si dimostra però indignato e furioso. Ma il ku klux klan è oramai sulle tracce di Elsie, a Piedmont, e su quelle dei Cameron, che nella capanna sono assediati dalla milizia di Lynch.
L'epilogo consiste nella liberazione di Elsie e dei Cameron da parte del ku klux klan. Al termine del film, il matrimonio di Ben ed Elsie e quello di Margaret e Phil ristabilisce anche la riunificazione tra Nord e Sud e la loro definitiva riappacificazione: gli interessi del Nord si sposano a quelli del nuovo Sud, il pregiudizio razziale è diventato pregiudizio sociale nei confronti della popolazione nera e delle minoranze etniche di nuova immigrazione.

Gianfranco Massetti

top

 ActivCinema Roma

movie

Activitaly | InfoRoma | Servizi turistici | Svbvra | Eventi | ActivCinema | Chi siamo | Add url | e-mail