C' ERAVAMO TANTO AMATI III

LA MALINCONICA IRONIA DELL'IDEALISMO

 

 

Cercando di dare sfogo alle reciproche solitudini, Luciana e Nicola trascorrono un paio di serate nella precaria abitazione di lui, trovando tra un piatto di spaghetti e l' altro, persino la forza di sorridere;
nel frattempo Gianni ha frequentato Elide, col miraggio d'una facile carriera e con ovvi scopi arrivistici, portando inconsapevolmente Luciana a tentare il suicidio.
Trascorsi cinque anni, Gianni è ora marito di Elide nonché padre di due figli, un maschio ed una femmina : attraverso il matrimonio, la donna ha perso gradualmente la rozzezza d'un tempo dando più spazio alla lettura dei libri consigliatigli dal marito e limitando i pasti.
Nicola decide di partecipare a "Lascia o raddoppia?", il noto quiz televisivo di Mike Buongiorno, come esperto di storia del cinema, riuscendo anche a diventarne campione e a riconquistare così la fiducia dei suoi familiari;
ma la gioia durerà ben poco: vittima di una domanda formulatagli ambiguamente, perderà il titolo e con esso la grinta recuperata.
Passando in ambulanza per Fontana di Trevi, Antonio vi ritrova nuovamente Luciana, accompagnata da Rinaldo, una sorta di capocomparse che la presenta a Fellini sul set de "La dolce vita";
scoppia una lite tra Rinaldo e Antonio che perde così ancora una volta l'opportunità di rinsaldare il rapporto con lei.


Gianni, che si è fatto crescere i baffetti, litiga furiosamente con il suocero, arrivando a schiaffeggiarlo mentre Elide, suggestionata dalle atmosfere dei film di Antonioni, riesce sempre meno a capire il suo rapporto col marito.
Negli inoltrati anni'60, Antonio ha trovato temporaneamente in Valeria una compagnia sociale e politica, ma un giorno mentre stanno passeggiando nei giardini di Piazza San Giovanni, sente una voce chiamarlo in modo inconfondibile: è Luciana, ora madre di un bambino e impiegata come maschera in un cinema,
E' la grande occasione per Antonio di dichiararle il suo amore, immutato nel tempo trascorso.

Elide , a bordo della sua macchina sportiva si suicida, riapparendo tra i rottami di uno sfasciacarrozze a Gianni, il quale paleserà con l'occasione tutto il cinismo sul quale ha basato la loro unione iniziando a provare d'ora in poi un enorme senso di solitudine (<<Ricordete che l'essere più solo ar mondo è il ricco>> gli premise il suocero durante il loro primo incontro).

segue

 
Home
parte II
parte III
parte IV
parte V
parte VI