ciociaria
musei della ciociaria
zampognaro
abbazia di Montecassino in Ciociaria

A SPASSO TRA I MONASTERI
PIU’ FAMOSI:
TRA ARTE E SPIRITUALITA’

Il “ turismo spirituale” in Ciociaria rappresenta una grossa fetta del turismo globale; ogni anno migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo muovono i passi verso la nostra terra per visitare luoghi sacri. Il vasto territorio ciociaro vanta una tradizione radicata, vera, nella fede e di conseguenza di numerose abbazie cistercensi e di antichi e maestosi monasteri che lasceranno il visitatore col fiato sospeso.

abbazia di Montecassino in Ciociaria

Basso Lazio e Ciociaria
Nel cuore della Ciociaria
Dal crollo dell’ Impero Romano al brigantaggio
Dalla IIª Guerra Mondiale ai nostri giorni

 

 


Catia ReaCatia Rea è nata a Sora (FR).
Pittrice, scenografa, costumista, designer, arredatrice; annovera la partecipazione a numerose mostre di pittura.
Ringrazio quanti hanno contribuito a diffondere il sito sulla Ciociaria. Catia Rea

ABBAZIA DI FOSSANOVA, la culla del gotico–cistercense

ABBAZIA DI FOSSANOVASituata nel borgo omonimo nel comune di Priverno (LT), è il primo esempio, insieme a Casamari, dell’architettura gotico-cistercense in Italia. Essa è il segno tangibile della riforma di Bernardo di Chiaravalle, sia nella rigida osservanza della Regola, che in quello che doveva esserne lo strumento terreno, il monastero che nasce dall’esigenza di ricerca della spiritualità, affinché si attuino i tre impegni del monaco di Citeaux: il voto, l’isolamento, l’Opus Dei.

Essa nacque da un convento benedettino del VI sec., divenendo cistercense nel 1135. La costruzione della chiesa, che è dedicata alla Vergine e a S. Stefano, fu iniziata nel 1187; l’altare fu consacrato da Innocenzo III il 10 Giugno 1208.

ABBAZIA DI FOSSANOVALa durezza della Regola imponeva che fosse eliminato qualsiasi orpello dalle chiese, che fossero abolite pitture, sculture e decorazioni; la costruzione risultava, così,essere concepita come un tutto organico ruotante attorno al chiostro. L’architettura era semplice ma di grande effetto, dovuto soprattutto all’uso della pietra nuda, come principale elemento di costruzione e di decorazione, con lo scopo di esaltare la costante ricerca di spiritualità, benché, a contraddizione di ciò, vi siano tracce di affreschi trecenteschi, alcuni dei quali dedicati a S. Tommaso d’Aquino, che vanno contro le disposizioni di Bernardo di Chiaravalle.

ABBAZIA DI FOSSANOVA, parte II


 


Argiletum Tour, tour operator, Roma